Home - Osmosi inversa - Impianti domestici

Osmosi inversa

HYDROS WP 60

L'apparecchiatura a struttura composita HYDROS ® WP 60 si avvale per la purificazione dell'acqua del sistema ad osmosi inversa a bassa pressione che, sfruttando le caratteristiche di speciali membrane semipermeabili e senza l'aggiunta di sostanze chimiche, permette di rimuovere dall'acqua gli inquinanti organici (organo-alogenati, diserbanti, pesticidi, batteri, etc.), inorganici (metalli pesanti, fluoruri, silicati, etc.), eliminando odori e sapori sgradevoli.
Trattasi, in riferimento alla normativa vigente, di una apparecchiatura costituita essenzialmente da due sezioni:
- Sistema filtrante
- Sistema di desalinizzazione ad osmosi inversa a bassa pressione.

L'acqua in entrata all'apparecchio HYDROS® WP 60 viene sottoposta ad un trattamento preliminare per rimuovere eventuali particelle in sospensione (sabbia, ruggine, etc.).
Il trattamento preliminare è realizzato con un modulo a filtrazione spinta (5 micron) ed uno a carbone attivo argentizzato.
L'acqua in uscita dal sistema filtrante viene ripresa da una pompa e rilanciata ad un modulo ad osmosi inversa a bassa pressione realizzato in poliammide.Grazie al sistema vengono rimossi dall'acqua parte dei sali disciolti (ioni di metalli, calcio, magnesio, etc.) nonché composti organici (nitriti, nitrati, etc.). Dal modulo ad osmosi inversa a bassa pressione escono due flussi:
- Un flusso di acqua depurata
- Un flusso di acqua nella quale sono concentrate tutte le sostanze inquinanti, che viene inviata allo scarico.
L'apparecchio è dotato di dispositivo di regolazione per una eventuale correzione della salinità e in particolare della durezza secondo i valori previsti dalla vigente normativa e di un contatore di funzionamento necessario per una manutenzione opportunamente programmata.
Infine è dotato di dispositivi di non ritorno atti ad impedire il riflusso dell'acqua trattata, nella rete idrica e nell'apparecchiatura ,della soluzione acquosa concentrata.
Tutti i componenti che vengono a contatto con l'acqua che attraversa l'apparecchiatura sono realizzati con materiali idonei, in conformità alla normativa vigente "per i materiali destinati a contatto con gli alimenti".

COLLEGAMENTO ALLA RETE IDRICA
1) Collegare con un raccordo fiessibile la tubazione di alimentazione all'ingresso, sul lato esterno dell'apparecchio: ENTRATA ACQUA ALIMENTAZIONE avendo cura di inserire un rubinetto di chiusura acqua (se non già presente).
2) Collegare con un raccordo fiessibile l'USCITA ACQUA DEPURATA posta sul lato esterno dell'apparecchio, all'entrata del rubinetto aggiuntivo in dotazione.
3) Collegare con un raccordo flessibile l'USCITA ACQUA DI SCARICO posta sul lato esterno, all'ingresso del sifone di scarico del lavello.
4)Aprire la valvola della linea principale di distribuzione.
N.B. L'apparecchio è predisposto per essere collegato ad una rete idrica di acqua potabile avente una pressione di alimentazione non inferiore a 0,7 BAR e non superiore a 5 BAR.

COLLEGAMENTO ALLA RETE ELETTRICA
L 'apparecchio è predisposto per essere collegato elettricamente a una corrente monofase di 220V/50hz.E' sufficiente Inserire la spina dell'apparecchio in una presa dell'impianto elettrico previo accertamento di quanto segue:

- La tensione di alimentazione dovrà essere di 220V/50Hz
- Nella presa dell'impianto elettrico dovrà esserepresente il contatto di messa alla terra efficiente, secondo le norme antinfortunistiche in vigore.

Si declina ogni responsabilità per danni causati dalla inosservanza delle prestazioni sopra indicate.

A INGRESSO ACQUA B ACQUA DEPURATA
C ACQUA DI SCARICO 1 ELETTROVALVOLA
2 TESTATA FILTRO 3 O-RING FILTRO
4 GHIERA FILTRO 5 BICCHIERE FILTRO
6 DIFFUSORE CARBONE 7 CARTUCCIA FILO A W
8 POMPA 9 MOTORE
10 REGOLAZIONE SALINITA' 11 MEMBRANA
12 VESSEL 13 GUARNIZIONI VESSEL
14 TAPPO 1 FORO 15 TAPPO 2 FORI
16 MANOMETRO 17 VALVOLA DI RITEGNO
18 VALVOLA DI RITEGNO 19 PRESSOSTATO

MODALITÁ DI AVVIAMENTO
Controllare che la valvola di intercettazione sulla linea principale di distribuzione dell'acqua sia aperta.
Inserire la spina dell'apparecchio in una presa dell'impianto elettrico a 220V 150Hz provvista di contatto di messa a terra.
Mettere in funzione il purificatore portando, l'interruttore luminoso, posto sul pannello frontale, in posizione ON (luce interruttore accesa).
Aprire il rubinetto in dotazione posto sul lavello.
Controllare che la pompa entri regolarmente in funzione.
Controllare il corretto funzionamento dell'apparecchio tramite il manometro, posto sul pannello frontale (pressione normale di esercizio 10/14 BAR).
L'apparecchio si fermerà automaticamente chiudendo il rubinetto posto sul lavello.
N.B. per i primi minuti di esercizio può essere avvertita una certa rumorosità e turbolenza dovute a bolle di aria presenti nelle tubazioni e nei moduli.
Agire sul regolatore posto all'esterno dell'apparecchiatura denominato REGOLATORE SALINITAÁ ed impostare la salinità voluta dell'acqua trattata. L'operazione è da eseguire a mezzo di personale qualificato.

INCONVENIENTI
Bassa produzione di acqua depurata
- Controllare la pressione di esercizio (10/14 BAR)
- Contattare il SERVIZIO ASSISTENZA per il lavaggio o la sostituzione del modulo ad osmosi inversa
Bassa pressione di esercizio
- Controllare la quantità di acqua di alimentazione al purificatore (minimo 300 lt/h)
. Controllare che il modulo di filtrazione non sia intasato ed eventualmente sostituirlo. Controllare che non vi siano perdite nelle tubazioni.
- Sostituire la pompa
L'interruttore luminoso non si accende ed il purificatore non si avvia
- Mancanza di alimentazione elettrica
- Controllare la spina e la presa di corrente
- Controllare il fusibile posto sul pannello frontale del purificatore

MANUTENZIONE ORDINARIA
- Controllare il corretto funzionamento dell'apparecchio tramite il manometro posto sul pannello frontale (pressione normale di esercizio 10/14 BAR)
- Sostituire la cartuccia a filo avvolto e il carbone ogni 200 ore circa di funzionamento e comunque ogni 6/7 mesi.
ATTENZIONE: chiudere il rubinetto di arresto acqua di alimentazione prima di agire sui filtri.

MANUTENZIONE STRAORDINARIA
In caso di arresto prolungato dell'apparecchio (superiore ad un mese) è necessario, al momento della rimessa in funzione, effettuare le seguenti operazioni:
- Sostituzione della cartuccia a filo avvolto del modulo
filtrante e del carbone.
- Ripetizione accurata delle Modalità di Avviamento